LE MODIFICHE SOGGETTIVE DELLE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME

Continua la pubblicazione degli estratti di alcuni paragrafi del volume “Il Codice delle Concessioni Demaniali Marittime” di prossima pubblicazione Nel corso del rapporto concessorio possono verificarsi casi di sostituzione del concessionario nel godimento delle utilità che si ritraggono dall’area demaniale. L’istituto del subingresso, disciplinato dall’art. 46 cod. nav. e dall’art. 30 reg. cod. nav., regolamenta …

Il Vincolo Paeseggistico Indiretto: cosa dice la giurispudenza

 Come è l’art. 45 dal c.d. Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio prescrive che “Il Ministero ha facoltà di prescrivere le distanze, le misure e le altre  norme dirette ad evitare che sia messa in pericolo l’integrità  dei beni culturali immobili, ne sia danneggiata la prospettiva o la luce o ne siano alterate le …

Decadenza per mancato pagamento canoni: non basta impugnare la cartella esattoriale

In una recente sentenza i giudici amministrativi hanno chiarito  opportunamente il rapporto fra la decadenza dalla concessione demaniale marittima per mancato pagamento dei canoni concessori e il contenzioso innescato sulle cartelle esattoriali aventi ad oggetto i canoni stessi. Spesso infatti gli ex  concessionari impugnano le determine di decadenza lamentando la circostanza  di avere contestato l’atto …

Verifica dell’anomalia: RUP e consulente esterno

Giova premettere che il sub-procedimento di anomalia è di competenza del Rup e non della commissione di gara, le cui incombenze si esauriscono con la “valutazione delle offerte dal punto di vista tecnico ed economico” ex art. 77, d.lgs. n. 50 del 2016. Il sistema degli appalti pubblici è infatti governato dal principio secondo il …

Porto d’armi e giudizio di affidabilità: cosa dice la giurisprudenza

Il cd giudizio di affidabilità rappresenta uno snodo centrale nel procedimento di rilascio del porto d’armi. Per meglio comprenderne la natura e il significato si utilizzeranno, senza pretese di esaustività, le massime giurisprudenziali più significative che si sono susseguite nel tempo.  La normativa di riferimento (artt. 11 e 43 del TULPS di cui al R.D. …

Titoli edilizi e false rappresentazioni

Il presente scritto si pone il fine di analizzare il caso, non infrequente, di un titolo edilizio ottenuto in base a false rappresentazioni.  Ebbene la giurisprudenza del Consiglio di Stato è  costante nel ritenere che, quando un titolo abilitativo sia stato ottenuto dall’interessato in base ad una falsa o comunque erronea rappresentazione della realtà sia …

Disc Jokey e autorizzazioni di pubblica sicurezza

Una recente sentenza dei giudici amministrativi ha fatto il punto sulla questione della necessità dell’autorizzazione ex art. 68  TUPS per lo svolgimento all’interno di un’attività commerciale di uno spettacolo di intrattenimento mediante l’esibizione di un disc-jokey. La vicenda Nel caso in esame la soc. ricorrente lamentava l’illegittimità del provvedimento amministrativo impugnato (ordinanza comunale che ha …

Il concessionario che commette un abuso edilizio decade dalle concessione

Una recente sentenza del Tar Lazio ha posto nuovamente l’accento sulla connessione fra la commissione di un abuso edilizio da parte  del concessionario e la decadenza di quest’ultimo dalla concessione demaniale marittima. Come è noto l’art. 47 del R.D. n. 327 del 1942 (Codice della navigazione) alla lettera b), annovera tra le cause che possono …

Concessioni demaniali: decadenze e tempistiche nelle richieste cautelari

Le vicende che coinvolgono le concessioni balneari sono al centro delle attenzioni mediatiche visto che alle annose problematiche legate al rinnovo delle stesse  si sono aggiunte quelle legate al COVID 19. Sempre più spesso quindi i concessionari si troveranno nella condizione di richiedere la tutela del giudice amministrativo avverso atti che si pretendono lesivi dei …

Istanza di sdemanializzazione non riscontrata dalla PA, quali rimedi?

Una recente sentenza del Tar Lazio affronta  e finalmente risolve la tematica dell’inerzia dell’amministrazione rispetto ad una  domanda di sdemanializzazione.  A fronte di tale istanza infatti la prassi amministrativa poneva gli utenti innanzi a  interminabili attese capaci di sfociare kafkianamente in un nulla di fatto. Ebbene i giudici amministrativi hanno sentenziato che “l’esclusione di zone …